Mjölnir

(Heavy Fighters )

Background

Come molti sapranno Mjolnir nella mitologia nordica non è una persona ma il nome del martello di Thor, dio del tuono, delle tempeste, ecc.
Nell’antichità la figura di Thor raggiunse una tale notorietà da divenire quasi una religione monoteistica nelle regioni nordiche e germaniche.
In CU l’iconico nome viene usato per descrivere l’heavy fighter dei Vikings e, se lo confrontiamo con i colleghi delle altre due fazioni, costui risulta essere decisamente il più offensivo di questo archetipo.
L’arma preferita sarà, ovviamente, il martello e molte delle sue abilità verteranno sul buffare danno per sé e per gli alleati.
Rispetto agli altri due pare infatti molto più sbilanciato sul danno che sulla difesa, tanto che avrà anche modo di farne da distanza (quanta distanza sarà da vedere) sia lanciando il proprio martello, che poi tornerà indietro à la Thor, sia attraverso magie incentrate sul fulmine che provocheranno elevato “disruption damage” (possbilità di interrompere abilità avversarie).
Ciò lo rende quasi un ibrido e pur mantenendo delle difese sopra la media non pensate di poter resistere al danno quanto un Black Knight, che da parte sua potrà scordarsi di fare il quantitativo di danno del Mjolnir. E’ decisamente il meno “tank” dei tank.

Motto: “Distruggere!”

Caratteristiche:

  • classe melee a corto raggio;
  • avrà abilità attive di mitigazione del danno ed userà preferibilmente martelli;
  • potrà attaccare anche a distanza con magie basate sul fulmine con elevato “disruption”.